Non di solo grano

Oggi, quando ti chiedono qual è il pane romano per eccellenza, tutti si aspettano che tu risponda: la rosetta. Vero è che la rosetta romana non può essere confusa con nessun altro pane, nemmeno con la michetta milanese, con la quale condivide forma e origini. All'occhio attento dei Romani la rosetta è la rosetta.

Più grande della michetta, la rosetta si presenta come una specie di bigné soffice e leggero. Soffiata e priva di mollica, è adatta ad essere farcita con ogni tipo di ripieno. Andrebbe gustato quando è ancora caldo, perché tende a diventare presto gommoso..

Da qualche tempo questo pane meraviglioso sta sostituendo quello che, fino a poco tempo fa, era considerato il vero principe delle tavole romane: la ciriola.

La ciriola è un pane croccante all'esterno e ricco di mollica all'interno. Arrotondato al centro e affusolato alle estremità. Era per i Romani quello che la baguette è per i Parigini. Quando non la si usa per la proverbiale scarpetta, spesso la ciriola si mangia imbottita di salumi, porchetta, frittate, tonno e carciofini.

Qui a Baker Boss siamo orgogliosi di portare avanti una tradizione antica... tanto antica che ci stiamo scordando di averla.

Quello di farina di grano non è comunque il solo pane che ci piace sfornare. I nostri clienti possono trovare da noi ogni tipo di pane: pane di segale, di farro, di mais... purché sia fresco, anzi freschissimo.

Alt Text

La maggior parte degli uomini vive per avere il pane quotidiano; quando l'ha avuto vive per avere un buon pane quotidiano; e quando ha ottenuto anche questo, muore. Søren Kierkegaard

E poiché tutti si deve morire comunque, tanto vale farlo solo dopo aver mangiato un pane decente.


0 Comments: